Il borgo è posto su una rupe, a circa 440 m. s.l.m. L’abitato si sviluppa a partire dal VII secolo d.C., in seguito all’abbandono della città di Locri. 

"A Locris Italiae frons incipit, Magna Graecia appellata" - Da Locri ha inizio la fronte dell'Italia, chiamata Magna Grecia - (Plinio il Vecchio, Naturalis Historia III 95)

Soverato, incastonata come una perla, nel Golfo di Squillace sorge su una pendice collinare tra le valli dell'antico Caecinus, odierno Ancinale, e quelle del torrente Beltrame.

Le sue origini si perdono nel lungo trascorrere del tempo, mentre la leggenda conferisce ad Ulisse la fondazione della città.

Sorse in seguito alla distruzione di Kaulon. I greci la chiamarono Kosilinon (villaggio della luna), i romani la ribattezzarono Stilida, dalla vicina fiumara Stilaro.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.